I CAMPI FLEGREI e PROCIDA “Capitale italiana della Cultura 2022”

08/09 Ottobre

1° Giorno – Partenza per la CAMPANIA. Pranzo libero lungo il percorso. Nel primo pomeriggio arrivo nella zona dei CAMPI FLEGREI, incontro con la guida e inizio delle visite. Un territorio unico al mondo caratterizzato da un sistema vulcanico in piena attività, soggetto a fenomeni bradisismici e di erosione marina, Un terra antica e “dinamica” il cui paesaggio è disegnato da cinque laghi che si alternano ad insenature e promontori di roccia tufacea. L’itinerario si svolge nella fascinosa plaga vulcanica ad ovest di Napoli, dove vivi sono i ricordi mitici e numerosi i resti dell’antichità. POZZUOLI, ove si visiterà l’Anfiteatro Flavio, fatto costruire da Vespasiano nel I sec. a.C. capace di contenere 40 mila persone, è uno dei più grandi anfiteatri dell’antichità; molto interessanti i sotterranei costituiti da tre corridoi, con un certo numero di aperture rettangolari, che fingevano da passaggio diretto con l’arena. CUMA, uno dei capisaldi dell’itinerario, in suggestiva solitudine, con l’Arco Felice, grandioso fornice di un viadotto in laterizi eretto al tempo di Domiziano e l’Antro della Sibilla, un’opera dell’antica ingegneria militare. La visita guidata prosegue con il giro panoramico della zona: BAIA, con il Castello Aragonese, oggi sede del Museo dei Campi Flegrei, BACOLI con il Lago Miseno, MONTE DI PROCIDA con il Lago Fusaro e la Casina Reale Vanvitelliana. In serata trasferimento in hotel, cena e pernottamento.

2° Giorno –  Trasferimento al porto di Pozzuoli. Partenza in traghetto per PROCIDA. Incontro con la guida ed i pullmini e visita dell’isola. Visite: Torre Murata, sorge sul promontorio più alto dell’isola a 90 metri d’altezza, ed è il nucleo storico di Procida, il vecchio “cuore” dell’isola, il centro abitativo più antico ed unico rifugio sicuro per gli isolani durante secoli di incertezze politiche. Oltre le due maestose porte d’ingresso, la Terra Murata premia il visitatore con la sua atmosfera medievale, vicoli strettissimi e le tipiche casette popolari, una brezza che spesso soffia qui sopra e alleggerisce i mesi caldi e – naturalmente – con una vista straordinaria su tutto il Golfo di Napoli; l’imponente Abbazia di San Michele Arcangelo, ad un’altezza di 90 metri a picco sul mare. fu costruita dai benedettini e, nella seconda metà del XV secolo. Il Castello, costruito a picco sul mare da Innico d’Avalos d’Aragona per far fronte alla continue incursione saracena; la “Corricella”, il porto dei pescatori e location de IL POSTINO con Massimo Troisi, è uno degli insediamenti più antichi dell’isola, l’impressione che la Corricella dà è amabile, allegra, le sue case colorate e terrazzi sono quasi sempre soleggiati; la Marina Grande, il porto principale di Procida, mostra a prima vista, quando ci si è ancora sul traghetto, i gioielli dell’architettura procidana che il visitatore potrà ammirare poi in numerose variazioni nelle altre Marine e nel centro storico. Pranzo in ristorante. Nel pomeriggio, rientro in traghetto a POZZUOLI, sbarco e partenza per il rientro in sede.

€ 245,00                                               supplemento camera singola € 30.00

La quota include: bus – hotel 3/4* – pasti con bevande, visite guidate, passaggi marittimi ed escursioni come programma – pulmini per Procida – accompagnatore

La quota non include: ingressi – eventuali tasse di soggiorno

RICHIEDI INFORMAZIONI

Nome (richiesto)

Email (richiesto)

Oggetto

Messaggio

ALTRE PROPOSTE

IL GIARDINO DEI TAROCCHI, CAPALBIO E ORBETELLO

“L’ATENE D’ITALIA” PARMA ED IL MUSEO DEL PARMIGIANO

S.GALGANO, IL MULINO BIANCO E MONTERIGGIONI 

TRENTINO: LA RACCOLTA DELLE MELE

© Sissi Viaggi - BW

Oplomachia S.r.l. - P.IVA 02266880505

Sede legale - Via C. Matteucci, 38 - 56124 PISA

Sede operativa - Via Nino Pisano 9/11 – 56122 PISA – Tel. 050/42002